Beautiful minds

Dieses Projekt entsteht aus der Vereinigung von Poesie und Fotografie.

Die Texte sind von Alfredo Garribba, Philosoph, Storyteller, Musiker, und Seelenverwandter.

Sehnsucht

The sky is the largest portion of my heart

To him I entrust my memories, the love and the pain

And I don't tremble in the presence of the dream

That gave birth to me

That put me into the world so that I could wish

And ask also for what I don't see, I don't feel, I don't touch

Without fear or shame

Which is what only exists to me

and awaits to be evoked.

In my hands the warm, amazed acceptance

of a new time unfolds

Between my fingers the web of an unexpected and mighty destiny 

intertwines

On the skin of my hands the prayer flows

A silent supplication glides

And in the embrace of my imploring hands

I would yearn to hold your face

As if it was still mine

As if I could replace mine with it

And see through your eyes

The beauty of the life you live.

 

 

Il cielo è la porzione più grande del mio cuore

A lui affido i ricordi, l’amore e il dolore

E non tremo al cospetto del sogno

Che mi ha dato alla luce

Che mi ha messo al mondo perchè potessi desiderare

Senza paura o vergogna

Perchè potessi chiedere anche ciò che non vedo, non sento, non tocco

Ma che solo per me esiste

che da me aspetta d’essere evocato

Nelle mie mani si apre la calda, stupefatta accoglienza

Di un tempo nuovo

Tra le mie dita

Si intreccia la trama di un destino inaspettato e potente

Sulla pelle delle mie mani scorre la supplica

Scivola una silenziosa preghiera

E nella coppa delle mie mani imploranti

Vorrei tenere il tuo volto

Come se ancora mi appartenesse

Come se potessi sostituirlo al mio

E guardare attraverso i tuoi occhi

La bellezza della vita che abiti.

 

 

 

Truth

Truth is an endless agony. It melts in a tear, it clings to a smile, you can see it in the lines of an old face, it flows out of the eyes beyond sight when it asks for the untold, and it’s never satisfied.

Truth is the defeating silence of the loveliest words. It persists in challenging the void, though fearing the depths before an endless fall, and takes the breath away right before the end.

It is the silent, cold embrace of the dream that caresses your face before you wake up and reveals the desire of what it doesn’t know.

Because Truth is what you don’t want to know, it waits in the shadow for something that might never happen,

it’s a trick

a trap

treachery

because among all things that seem to make sense, it’s the only one that reveals the non-sense, and it happens for the sake of pure love or necessity. 

Truth is misery within freedom

It’s misery that never lasts

Only one day.

 

 

La verità è un’agonia senza fine. Si scioglie in una lacrima, si aggrappa ad un sorriso, puoi vederla tra i solchi di una pelle antica, sgorga da uno sguardo che si spinge oltre i limiti della visione quando chiede l’indicibile, quando non è mai sazio. 

La verità è il silenzio che sconfigge le parole più belle, che si ostina a sfidare il vuoto nella paura dell’abisso, prima di una caduta senza fondo e che ti toglie il respiro prima dello schianto. È l’abbraccio muto e indifferente del sogno che accarezza prima del risveglio svelando il desiderio di quel che non si sa.

Perchè la verità è anche quel che non si vuol sapere, qualcosa che attende senza essere visto che qualcosa accada o non accada mai,

è un tranello

una trappola

un tradimento

perchè tra tutto ciò che sembra avere senso è l’unica che svela l’insensato, ciò che avviene per puro amore o per necessità.

La verità è la sofferenza che si nasconde nella libertà

Ed anche la sofferenza non dura mai 

Un solo giorno.      

Eyes

Lo vedi quello che arriva
ha le facce di tutti
gli stessi occhi, gli stessi sorrisi
e tutto ti guarda mentre tu guardi
o non ti guarda affatto
e soffre, ricorda, sospetta e ride
senza che tu lo sappia
che debba saperlo mai
scorre quel che scorre su quei volti
la vita vera, che non si nasconde mai
ma non dura a lungo
non è destinata a durare
allora la maschera indossa il volto
per coprire la vergogna della purezza

You see what comes
with anyone's face
the same eyes, the same smiles
and everything stares at you while you look
or it doesn't see you at all
and it suffers, remembers, suspects and smiles
without you knowing it

without you ever knowing it
whatever runs on those faces run
the true life, that never hides
but it won't last long
it's not made for lasting
and then the mask wears the face
and covers the shame of purity

A game

- Lend me your ear, if you please,

and I will give you my voice in exchange

Give me your little hands

And I will offer you my tail and some sleep -

Hand in hand, they walked into the velvety silence

They clung to each other, confused in the dark of the night

No one ever knew who was the one or the other

 - Lend me your eyes, if you please,

and I will give you my tongue in exchange

Give me your jumps, your eaves

And I will offer you my dreams

Lost in the night, they drank sweet water

Gushing into the darkness

The moon was still and shone like sugar

They drank until they were sated

And in the soft and thoughtful night, with their mouths barely open, they made bubbles

Made up of water and light

And they stayed and watched

- Give me your fur, give me your warmth

And in the night I will feel no cold

Give me the unknown games

and the hidden secret -

And they ran after bubbles

Tied them together with a single hair

And waited for hours for the sounds of morning

- Give me your hand and I will give you my paw

Together we will find what still doesn’t exist

Give me your paw, stay beside me and in all places of the world I will follow you -

 

Prestami se vuoi l’orecchio

E la mia voce in cambio adesso ti darò

Dammi le tue piccole mani

Ed io la coda e il sonno ti offrirò

Si presero per mano poi

E tra le ombre passeggiarono nel silenzio vellutato

Si strinsero, confusi da una notte troppo scura

E chi fosse l’uno o l’altra nessuno seppe mai

Prestami se vuoi i tuoi occhi

E la mia lingua in cambio ti darò

Dammi i salti, dammi i cornicioni 

Ed io i miei sogni in cambio ti offrirò

Persi nella notte bevvero l’acqua dolce

Che sgorga dentro il buio

Mentre la luna tace e brilla come zucchero

Bevvero fino a esser sazi

E nella notte morbida e pensosa fecero palloni

Con le bocche un po’ schiuse

Fatti d’acqua e di luce

E stettero a guardare

Dammi il tuo pelo, dammi il tuo calore

E nella notte il freddo mai più io sentirò

Dammi tutti i giochi che ancora non conosco

Dammi il tuo segreto che tieni ben nascosto

E presero un capello e rincorsero le bolle

Le legarono insieme solo con quello

E attesero per ore i suoni del mattino

Dammi la mano e ti darò la zampa

Insieme troveremo quel che ancora qui non c’è

Dammi la zampa restami ancora accanto e in tutti i posti al mondo io ti seguirò

 

 

 

Angel

It is what I look for

And not what I have

Adrift in the eyes

That you naturally offer

To the incessant unfolding of the sky

That gazes elsewhere

Always further away

That in the reflection of the depths 

Unveils and reveals itself

In the mystery of the sunny embrace

And flows through my arms into yours

And becomes something different

A prayer

A song

A voice

Made up of light

That tells a secret

So easy that it seems true.

Now

In the intangible intimacy of the day

My wings are stronger

For I will have to carry you

To where the night is a silent shelter

Where the limit of a betrayed dream

Could be nothing else than the celebration of a love dream.

 

 

È quello che cerco 

E non quello che ho 

Alla deriva negli occhi 

Che offri spontaneamente 

All'inarrestabile svolgersi del cielo 

Che guarda altrove 

Sempre più lontano 

Che nel riflesso della profonditá 

Si denuda e si svela 

Nel mistero dell'abbraccio solare 

E passa attraverso le mie braccia nelle tue 

E diventa qualcos'altro 

Una preghiera 

Un canto 

Una voce

Fatta di luce 

Che racconta un segreto 

Così semplice da sembrare vero. 

Ora 

Nell'impalpabile amplesso del giorno 

Le mie ali sono piú forti 

Perchè dovró portarti con me 

Dove la notte è un silenzioso rifugio 

Dove il divieto di un sogno tradito 

Non potrá che essere la celebrazione di un sogno d'amore.

Oblivion

É così che spuntano i fiori, all'improvviso
sono fuochi nella notte nera
sono scherzi colorati, rigogliosi e vivi
un fiore ti coglie
non lo cogli
si lascia dov'è a spuntare di nuovo
a sbucare dalle tasche del mondo
a profumare il tempo
che passa e non smette mai

This is the way how flowers spring up, suddenly
fires in the dark night
colorful jests, flourishing and bright
a flower can pick you
you don't pick the flower
it stays there and springs up again
and comes out from the pockets of the world
to perfume the time
that goes by and never stops

© 2020 by Settelune Photography - Tiziana Abegg - Tel: 0172-6928676 - tiziana@settelune.com

  • Facebook Social Icon
  • Instagram Social Icon
  • Twitter Social Icon